CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Consigli per riparazioni / modifiche all'impianto elettrico
Avatar utente
Sirio
Partecipe
Partecipe
Connesso: No
Messaggi: 155
Iscritto il: 19/12/2013, 21:08
Nome: sirio
Auto: vitara Cabrio
Allestimento: Jlx cami 91
Professione: istruttore windsurf
Uso della vettura: Tutto quello che posso!!!
Località: palau
Mi Piace Ricevuti: 7 volte
Contatta:

CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da Sirio »

Ciao Ragazzi, visto che siete stati tutti gentili con me con i miei soliti casini col suzukino... e visto che una mano lava l'altra ho deciso di scrivere una piccola guida per i meno esperti su come usare il tester-multimetro che è molto utile nel fai da te e per le prime diagnosi... (oltre ad essere istruttore windsurf sono anche perito elettrotecnico...)

Prima cosa: siccome con la corrente non ci si scherza cerchiamo di capire cosa è... :)

la corrente si distingue in:
-CORRENTE CONTINUA (quella per esempio generata da un batteria)
questa corrente presenta sempre un polo positivo + contraddistinto per norme iso dal colore ROSSO e un polo negativo o 'massa' - di colore NERO
generalmente la troviamo in 'formato' batterie da 1.5v 3v 9v 12v 24v

-CORRENTE ALTERNATA quest' ultima è chiamata cosi' perchè alterna il polo positivo e quello negativo con una determinata frequenza essendo generata dalla rotazione di un motore composto da un circuito sul rotore e uno sullo statore.
nell' uso civile la frequenza è di 50 hertz e i valori possono essere di 230v monofase (con 2 fili) 0 380v monofase e trifase o trifase piu' neutro (3 o 4 fili)
non esiste quindi il piu' o il meno ma abbiamo :
un filo chiamato NEUTRO (di ritorno della corrente) che deve essere per norme iso BLU o AZZURRO
un filo chiamato di FASE (di andata della corrente) che deve essere per norme iso di tutti i colori tranne blu o giallo con righe verdi.

abbiamo poi un altro termine da conoscere ovvero la TENSIONE (o energia potenziale oppure differenza di potenziale...)
questa tensione è misurata sempre fra due punti (per esempio 2 fili o un filo e il telaio dell' auto ecc) ed è misurata in VOLT 'V' (quella che erroneamente viene chiamata corrente...)

la corrente invece si sviluppa quando un circuito viene chiuso e si misura in AMPERE 'A'

infine cè la potenza elettrica o assorbimento che si misura in WATT 'W'

senza entrare troppo nel tecnico e nel fisico la legge fondamentale dell' elettrica dalla quale discende tutto è la LEGGE DI OHM:

ovvero R= V/I dove V è la tensione , R è la resistenza e I è la corrente elettrica

esempio con 230volt diviso 3ampere danno una resistenza di 76.7 ohm

Ora direte a cosa mi serve sta legge?? per tutto quello che è elettrico!!! la famigerata lampadina non è nient'altro che una resistenza per esempio!

la potenza elettrica 'P' in continua invece segue questa formula:

P= VxI esempio in una lampadina da 55w della nostra auto che ha una tensione di 12 V passano 4,5 ampere (I=P/V)...

e cosa mi serve?? per sapere che tipo di cavo mettere per esempio... la grandezza(sezione) rispetto alla corrente che ci passa dentro... ecc...

SICUREZZA:

con la corrente non ci si scherza, sempre meglio far toccare a di professionisti ma sulla 12 volt della nostra auto siamo tranquilli che scossa micidiale non la prendiamo ma si possono comunque creare danni...

la soglia stabilita di sicurezza della tensione in alternata è di 24 volt inquanto studi hanno dimostrato che un corpo umano sopporta senza accorgersene fino a 0,75 ampere.

Dopo tutta questa premessa domani (visto che si è fatta una certa...) spiego come usare il multimetro...

STAY TUNED!!! :victory:


Avatar utente
Sirio
Partecipe
Partecipe
Connesso: No
Messaggi: 155
Iscritto il: 19/12/2013, 21:08
Nome: sirio
Auto: vitara Cabrio
Allestimento: Jlx cami 91
Professione: istruttore windsurf
Uso della vettura: Tutto quello che posso!!!
Località: palau
Mi Piace Ricevuti: 7 volte
Contatta:

Re: CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da Sirio »

ah, prima di vedere il tester... cosa è il CORTO CIRCUITO??

SEMPLICE: un circuito con resistenza (ideale) zero (2 cavi di potenziale diverso che si toccano per esempio) ad una tensione di 12 v
che corrente da??

legge di ohm I= V/R quindi I= 12/0,001= 12000 ampere!!!! ecco perchè ci sono i fusibili perchè se no fonderebbero i cavi e la batteria della nostra auto in caso di corto!!!
Avatar utente
lensflare
Partecipe
Partecipe
Connesso: No
Messaggi: 356
Iscritto il: 09/09/2013, 13:42
Nome: andrea
Auto: vitara Cabrio
Allestimento: JLX 1990
Uso della vettura: Fuoristrada
Località: guidonia (ROMA)
Mi Piace Inviati: 2 volte
Mi Piace Ricevuti: 12 volte
Contatta:

Re: CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da lensflare »

OTTIMO!!!

purtroppo noi Italiani siamo il popolo con le maggiori lacune in elettricità di base...
eccellenti nella progettazione elettronica.. ma carenti in nozioni di elettricità...
un paradosso, come dire, un cuoco che cucina in modo eccellente ma che non sa distinguere il sapore della carne di maiale da quella di pecora se non c'è scritto sulla confezione :)

cmq, solo per integrare la tua guida, alcuni importanti suggerimenti pratici che "derivano" dalla legge di OHM:

1) può esserci tensione senza passaggio di corrente (in caso di circuito aperto, ovvero "lampadina non accesa"
2) le misurazioni in TENSIONE (V) vanno fatte SEMPRE con connettori agganciati e sistema ACCESO.

questo punto (2) non è una sottigliezza.. ed è il modo più comune di sbagliare una misura.

vi racconto un aneddoto per farvi capire meglio il concetto, vi servirà per applicarlo alle vostre comuni misurazioni.

Corso ai tecnici Nissan sulle misure elettriche, Dicembre 2010.
sostituisco il filo di alimentazione (il positivo) che va alla centralina ABS con un filo appositamente "modificato" da me... ho simulato un filo danneggiato, applicando una sezione ossidata, in modo tale da generare un basso isolamento, una resistenza parassita insomma, quel che succede quando si danneggia un connettore o un cavo.
il cavo in questione applicava una resistenza tale da assorbire circa 2-3 volt.
chiaramente la centralina non si accendeva, e regolare spia ABS accesa nel quadro.

tutti i tecnici alla vista della spia effettuavano la diagnosi con lo strumento OBD, e riscontravano mancata ocmunicazione della centralina con il resto del sistema CANBUS, quindi il passo noaturale successivo era verificare che "arrivasse l'alimentazione" alla centralina.

quindi scollegavano il connettore della centralina ABS dalla centralina stessa, e andavano a musurare se ci fossero 12V sul pin del connettore in entrata relativo al filo positivo (che io avevo modificato, e che quindi mangiava 2-3 volt).

bene, il risultato della misura era 12-13 volt esatti.

risultato della diagnosi: centralina bruciata da sostituire, perchè l'alimentazione era corretta.

errore MADORNALE.

sapete dirmi il perchè? :) (poi se non sapete ve lo spiego io con la legge di OHM... questo errore è alla base del 90% degli errori che si commettono nelle misurazioni casalinghe :)
Sbalordito il Diavolo rimase, quando comprese quanto osceno fosse il Bene, e vide la Virtù nello splendore delle sue forme sinuose...
Immagine
Avatar utente
Pierpie88
Vitarista con i Gommoni
Vitarista con i Gommoni
Connesso: No
Messaggi: 4515
Iscritto il: 08/09/2013, 8:22
Nome: Piero
Auto: Grand Vitara 5porte
Allestimento: 2.5V6. five star autom.
Professione: elettricista
Uso della vettura: Tutto quello che posso!!!
Località: Catanzaro
Mi Piace Inviati: 5 volte
Mi Piace Ricevuti: 131 volte

Re: CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da Pierpie88 »

Eh... furbone, se il carico nn e' collegato nn c'e, passaggio di corrente e quinti le resistenze parassite non resistono un bel niente per cui a vuoto la tensione e' quella della fonte di energia, qualunque sia la resistenza lungo il tragitto (conduttore) della corrente. Questo 90% di persone che vanno in errore per questo motivo saranno degli hobbisti, ma un professionista nn lo inganni mica facile.
Inoltre quella prova ke hai dato da fare a quei corsisti e' molto subdola e ingannevole, nella realta' puo' capitare molto raramente ed in ogni caso ci se ne accorge facilmente alla seconda inevitabile puntata ed il professionista serio ed onesto nn ti fara' pagare una nuova centralina inutile. (spero)
Ciao
Avatar utente
lensflare
Partecipe
Partecipe
Connesso: No
Messaggi: 356
Iscritto il: 09/09/2013, 13:42
Nome: andrea
Auto: vitara Cabrio
Allestimento: JLX 1990
Uso della vettura: Fuoristrada
Località: guidonia (ROMA)
Mi Piace Inviati: 2 volte
Mi Piace Ricevuti: 12 volte
Contatta:

Re: CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da lensflare »

ottimo.

quindi, scollegando il connettore, è come se avessimo "spento" il circuito tramite interruttore (perchè interrompiamo il circuito).
se il circuito è spento, la corrente come dice Pierpie non passa, quindi il valore di "A" sarà ZERO. Zero Ampere.

ora, siccome secondo il signor Ohm V=RxI cioè Tensione = Resistenza x Corrente, la resistenza che ho messo utilizzando il filo manomesso produrrà una caduta di tensione direttamente proporzionale al suo valore SOLO quando ci sarà passaggio di corrente, perchè a circuito aperto la caduta di tensione (ovvero quani volt la resistenza "mangia") sono pari a V = R (qualsiasi valore x ZERO = ZERO carbonella.

in soldoni, anche se hai una parte di circuito difettosa, la misurazione, se fatta male, ti darà un valore di 12V perchè la tensione in quel punto, a circuito aperto, non è influenzata dal carico della resistenza indesiderata.

Pierpie, so che un professionista non si fa ingannare, ma non tutti lo siamo.
inoltre, non parlo di truffe date da un meccanico, ma casi di misurazioni fatte "in casa" da un povero utente del forum che di professione fa tutt'altro, e che può essere indotto (e credimi, anche i meccanici professionisti, ne ho visti a frotte fare errori grossolani come questo) in errore dalla misurazione errata.

posso anche assicurarti che in realtà la manomissione che ho simulato io non è altro che un basso isolamento MOLTO COMUNE nella realtà, che difficilmente riesce a produrre effetti notevoli su rami di alimentazione, ma se accade su segnali, rami logici o semplicemente rami di sensori vari, è li che produce quei difetti "intemrittenti" che fanno uscire matti per ore, o giorni interi prima di scorprirne la causa.

dalal fonte di alimentazione all'utilizzatore sul cablaggio ci sono mediamente almeno 3 connessioni e 2-3mt di cavo.
ogni connettore può ossidarsi o allentarsi, ogni centimetro di cavo (sopratuttto nel vano mtore) è soggetto a raggi di curvatura estremi, calore, stiraggio e stress meccanici...

credo che saper effettuar euna misura nel modo corretto, sia un buon modo per iniziare qualsiasi diagnosi... ;)
Sbalordito il Diavolo rimase, quando comprese quanto osceno fosse il Bene, e vide la Virtù nello splendore delle sue forme sinuose...
Immagine
Avatar utente
Pierpie88
Vitarista con i Gommoni
Vitarista con i Gommoni
Connesso: No
Messaggi: 4515
Iscritto il: 08/09/2013, 8:22
Nome: Piero
Auto: Grand Vitara 5porte
Allestimento: 2.5V6. five star autom.
Professione: elettricista
Uso della vettura: Tutto quello che posso!!!
Località: Catanzaro
Mi Piace Inviati: 5 volte
Mi Piace Ricevuti: 131 volte

Re: CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da Pierpie88 »

Quanto dici e' sacrosanto, ma in quel caso consiglierei vivamente il malcapitato di turno di rivolgersi ai competenti del settore. Cmq apprezzo molto il Vs. lavoro di informare tutti su alcuni aspetti di questa interessantissima argomentazione. Non puo' far altro che accrescere le conoscenze di tutti noi.
Ciao
Avatar utente
Sirio
Partecipe
Partecipe
Connesso: No
Messaggi: 155
Iscritto il: 19/12/2013, 21:08
Nome: sirio
Auto: vitara Cabrio
Allestimento: Jlx cami 91
Professione: istruttore windsurf
Uso della vettura: Tutto quello che posso!!!
Località: palau
Mi Piace Ricevuti: 7 volte
Contatta:

Re: CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da Sirio »

INFATTI tornando ai consigli 'spicci' su come usare un tester-multimetro sempre per usi hobbistici e di prima diagnosi si intende..

il tester in commercio lo possiamo trovare per pochi euro diciamo che intorno ai 10-12 euro abbiamo già qualcosa di utile...
meglio prenderlo digitale (con i numeri e non con la lancetta)

sul nostro tester abbiamo :

-un display
-una manopola al centro
-3 ingressi per spinotti nell' 'angolo destro in basso
-2 cavetti da inserire negli spinotti uno rosso e uno nero

con un tester di questo tipo possiamo misurare :

tensione continua chiamata DCV
tensione alternata chiamata ACV
corrente continua DCA
la resistenza o la continuità segnata con il simbolo ohm Ω
e alcuni tester possono avere il simbolo per il test dei diodi e dei transistor (hfe)

senza entrare nelle equivalenze che abbaiam fatto tutti alle elementari.... parliamo della SCALA (non il teatro...)

per SCALA si intende la grandezza del valore che andiamo a misurareed è importante saperlo
es se dobbiamo misurare 400volt non mettero' come scala massima di valore 200 ma 750...

Dividiamo la manopola del tester come le ore di un orologio per intenderci dove ad ore 12 abbiamo l' OFF:

-dalle ore 9 alle ore 11 abbiamo la tensione continua con scala da 200milliVolt a 1000Volt
-dall' 1 alle 2 abbiamo la tensione alternata con scala 750volt 200 volt
-dalle 2 alle 3e30 cè la corrente continua
-dalle 6 alle 8e30 gli ohm per la resistenza o la continuità

ORA:

prima prova: Ricerca della continuità (serve per vedere se due cavi sono collegati o se due poli si toccano creando corto circuito)

1)mettere la manopola nella zona degli ohm, collegare i 2 spinotti nel buco (VohmmA) (il rosso) e COM il nero.
2)fare toccare per prova le 2 punte degli spinotti, e dal display da 1 dovrebbe dare 0 (resistenza zero)

seconda prova test dei volt della batteria della macchina:

1)mettere la manopola su DCV con scala 20 volt
2) connettori come sopra e toccare il polo positivo della batteria con lo spinotto rosso e quello negativo con lo spinotto nero, il display dovrebbe misurare 12 volt circa (batteria carica)
provate a fare lo stesso test con il motore acceso e vedrete che il valore sarà leggermente piu' alto sintomo che l'alternatore sta caricando la batteria

ecco che avete fatto il vostro primo test!!!

bene quindi ora sapete quel che basta per testare la batteria e anche le pile stilo ecc...
per misurare la resistenza,
per testare un fusibile (uno spinotto su un dente e uno sull' altro, manopola sugli ohm e se è 0 il fusibile è buono, se è 1 è rotto)

RICORDATE SEMPRE CHE CON LA CORRENTE NON SI SCHERZA!!!! SE NON SIETE SICURI NON TOCCATE

per quanto riguarda la corrente in casa preferisco nn dare informazioni perchè è meglio essere piu' esperti!!

ciao raga!!! :scappo:

foto tester
Immagine
Avatar utente
Claudio0831
Appassionato
Appassionato
Connesso: No
Messaggi: 554
Iscritto il: 15/02/2013, 22:08
Nome: Claudio
Auto: vitara Cabrio
Allestimento: jlx 1.6 8v 1990
Hobby: Protezione civile
Uso della vettura: Tutto quello che posso!!!
Località: Ostuni
Mi Piace Inviati: 2 volte
Mi Piace Ricevuti: 12 volte
Contatta:

Re: CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da Claudio0831 »

Grazie per queste nozioni!!! Molte volte si danno per scontate ma in molti non le sanno!!
Avatar utente
Grifonetrombone1
Partecipe
Partecipe
Connesso: No
Messaggi: 102
Iscritto il: 29/09/2013, 8:03
Nome: Alessio
Auto: Grand Vitara 5porte
Allestimento: Gran vitara 2.0 anno 2002
Uso della vettura: Tutto quello che posso!!!
Località: San Giorgio di piano
Mi Piace Inviati: 1 volta

Re: CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da Grifonetrombone1 »

:okk: :okk: :okk: io direi :clapp: :clapp: utilissima grazie
Avatar utente
Alex-Admin
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9405
Iscritto il: 07/04/2012, 8:12
Nome: Alessandro
Auto: Vitara 3porte
Allestimento: 1600i 8V jlx lsd 1990
Uso della vettura: Su strada
Località: Palermo
Mi Piace Inviati: 189 volte
Mi Piace Ricevuti: 221 volte
Contatta:

Re: CORRENTE ELETTRICA E USO DEL TESTER-MULTIMETRO

Messaggio da Alex-Admin »

Interessante... aggiungo tra i topics importanti della sezione ;-)
Rispondi

Torna a “Impianto Elettrico”